L'abbiamo imbroccata

Riscoprire il piacere di bere l'acqua del rubinetto al bar e al ristorante e magari anche in mensa o in ufficio è oggi possibile grazie al progetto "L'Abbiamo Imbroccata". Alla base dell'iniziativa c'è l’idea che l’acqua di rete è buona e sicura perché controllata minuziosamente e soprattutto vi è la certezza che bere acque del rubinetto è una scelta sostenibile che non inquina anzi valorizza un bene prezioso indispensabile per la vita di tutti.
Da oggi nei locali aderenti al progetto potrete quindi chiedere un bicchiere d’acqua del rubinetto; non vi costerà nulla anzi avrete ridotto l’inquinamento legato al mercato delle acque in bottiglia.

Ri.De.Re. in casa

Ogni italiano spreca circa 600 euro all’anno per acquistare prodotti alimentari che scadranno prima della data di consumo. “Ri.De.Re In casa”, acronimo del progetto “RIduzione Degli spRechi domestici in casa”, nasce quindi da alcune valutazioni pratiche fatte sulla spesa dei consumatori: consuetudini sbagliate che si ripercuotono sull’economia e sull’ambiente. Altro grande problema è il consumo dell’acqua di fonte: si calcola che in media i cittadini consumino 250 litri di acqua a testa al giorno e il dato significativo è che gli italiani si fidano poco dell’acqua che sgorga dal proprio rubinetto.

Acqua e compost: grandi amici

Il fenomeno “Nitriti-Nitrati” è un fenomeno di inquinamento diffuso, poichè le sue cause sono condizioni ampiamente diffuse: dalla fertilizzazione dei terreni agricoli che determina l’apporto di inquinanti nelle falde a numerose altre fonti sparse, il cui impatto singolo può essere considerata trascurabile, ma collettivamente risulta significativo. I livelli naturali dei nitrati in acqua freatica sono generalmente molto bassi, ma le concentrazioni dei nitrati crescono in seguito ad attività umane, quali l'agricoltura, l'industria, gli scarichi domestici e le emissioni dei motori a combustione.

L'acqua di casa tua

Il progetto sviluppato in collaborazione con Phardent S.r.l. e Piemont Farm S.r.l è diretto ad educare al consumo consapevole dell'acqua del rubinetto. Al fine di raggiungere tale obiettivo i ricercatori universitari e quelli di FEM2 - Ambiente S.r.l. realizzano eventi educativi presso le diverse farmacie italiane per spiegare agli utenti il significato dei diversi parametri dell'acqua. Durante gli eventi saranno realizzati gratuitamente i test della durezza dell'acqua dei cittadini interessati.

Se siete interessati al progetto segnalatelo alla vostra farmacia o contattateci all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’acqua della nostra scuola

Il progetto “L’acqua della nostra scuola” è un’idea nata dallo ZooPlantLab dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e di FEM2 - Ambiente che ha lo scopo di creare una rete di contatti e informazioni sulla qualità dell’acqua delle scuole italiane. Il progetto "L'acqua della nostra scuola" consiste in una ricerca volta innanzitutto a valutare le caratteristiche chimiche dell’acqua che fuoriesce dai rubinetti delle scuole con il duplice scopo di conoscerne la qualità e contemporaneamente di informare ed educare gli studenti all’utilizzo consapevole dell’acqua di rete attraverso una sua più approfondita conoscenza.

sample icon02 6448 3375

Servizio Clienti   orario: 9-12 15-18

Telefona per qualsiasi tipo di informazione sui nostri prodotti  e servizi.